Pasquale Zagaria torna in carcere ad Opera. Secondo quanto apprende l'AGI, il boss dei Casalesi, ai domiciliari per il Covid-19, e' stato riportato in carcere questa mattina.

A disporre il ritorno in carcere del boss è stato il tribunale di sorveglianza di Brescia, in vista della scadenza del provvedimento con cui erano stati concessi per 5 mesi a Zagaria, lo scorso aprile, i domiciliari legati al rischio Covid.

All'epoca, a pronunciarsi era stato il tribunale di sorveglianza di Sassari - città dove Zagaria era sottoposto al 41 bis in carcere - che aveva poi in giugno deciso di trasmettere gli atti alla Consulta sollevando questione di legittimità sul cosiddetto decreto 'antiscarcerazioni'. In questi mesi, il boss del clan dei Casalesi ha trascorso i domiciliari in Lombardia, e per questo il suo fascicolo era stato trasmesso ai giudici di sorveglianza di Brescia, i quali, tenuto conto del quadro sanitario ora mutato e dell'individuazione da parte del Dap di una struttura adeguata per le cure necessarie a Opera, ha disposto il rientro in carcere di Zagaria nel penitenziario milanese.

 

fonte agi

Questo sito si avvale dell'utilizzo di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.