In tempi di COVID19, il virus contro cui si deve combattere è anche quello della disinformazione, per qualche  dolosamente male informato che ha preferito seminare zizzania, infangando non solo il nome  dell'O.S.A.P.P (di cui chiederemo conto nelle  sedi opportune), ma anche l'intelligenza dei colleghi , addebitando l'apertura dell'HUB penitenziario solo  al sindacato scrivente.

Ora, una “scemenza” ( il british fake news non rende giustizia semantica al termine)  del genere può essere frutto ed architettata  soltanto da chi probabilmente non ha a cuore la sicurezza e la serenità del personale di polizia penitenziaria di San Vittore che sta dando il massimo in un momento di grave emergenza ed al quale va tutto il nostro sostegno e la nostra riconoscenza.

Fatta questa premessa doverosa ed “antisettica”, ricordiamo a tali  soggetti  due considerazioni, fermo restando che, qualora vogliano uscire dall'ombra, è presente ed a disposizione  una copiosa documentazione, a sostegno di quanto segue:

  • la scelta dell'Hub è avvenuta dopo una valutazione di altissimo spessore medico-specialistico, insindacabile da parte dell'O.S.A.P.P e ( e crediamo anche in sede tecnico – giuridico) , stante il fatto che la natura dell'incontro avuto al PRAP non aveva esito negoziale ,e quindi la responsabilità ,come correttamente stabilito dalla Parte pubblica regionale , è in capo all'Amministrazione;
  • nelle materie di competenza e di pertinenza sindacale che in brevissima sintesi riguardano, l'organizzazione del lavoro e l'adozione delle imprescindibili  misure di sicurezza , ( ove i sindacati debbono intervenire ) la posizione dell'O.S.A.P.P è stata fondamentalmente questa:
  1. un carico di lavoro sopportabile e conforme alla peculiarità dell'impiego per gli agenti impegnati;
  2. adozione di rigorosissime misure di sicurezza sanitaria , con DD.PP.II idonei;
  3. adozione di un protocollo operativo di intervento con relativa formazione;
  4. monitoraggio dell'andamento nell'applicazione dei punti 1), 2), 3).

Aggiungiamo che tali indicazioni erano state chieste anche separata nota sindacale  che si allega e che nell'informazione preventiva a disposizione delle OO.SS, oltre all'inquadramento di tutto il contesto è stato partecipato ai sindacati anche il protocollo che le indicazioni di prevenzione del rischio, cui va dato merito quanto a specificità e competenza di redazione. 

Peraltro tutto il carteggio, nell'ordine di quasi cento pagine, è a disposizione di tutti coloro i quali vogliono effettuarne il riscontro, compresi gli occulti ed incompetenti detrattori,  che dovrebbero confrontarsi con noi dell'O.S.A.P.P , ma soprattutto rispettare le donne e gli uomini della polizia penitenziaria, che da quasi tre mesi lottano contro il virus e non meritano di essere “contagiati” da quello della disinformazione.

Il Segretario Regionale 

Giuseppe Leonardo Cascino

Link utili




 

Sondaggi



 

Bernardo Petralia Capo DAP

Rubrica a cura di Leo Beneduci 2 aprile 2020

Link al servizio completo


 

 

 


 

Questo sito si avvale dell'utilizzo di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.