Link utili





  Convenzione Luce e Gas

 

 



Pin It

Egregio Sig. Direttore,

Nella giornata del 02/09/2017, un detenuto fruitore della misura del lavoro all’esterno in caserma, ha fatto rientro in istituto, dal cosiddetto allargamento, in stato alterato da abuso di alcol. All’atto dell’ingresso in reparto lo stesso si è reso protagonista di una colluttazione, con un agente e l’ispettore di sorveglianza generale, con annesse minacce. A seguito di tale evento critico il detenuto è stato ubicato presso il reparto “transito” per una settimana ed in data odierna ha fatto ritorno presso il 5° reparto, sezione dove i detenuti sono aperti h24. Tale condizione crea rischi, per ovvie ragioni, soprattutto durante i turni notturni in quanto il soggetto in questione, resosi protagonista di minacce verso l’unità appartenente al 5° reparto, chi può escludere che possa mettere in atto ritorsioni per quanto accaduto e quindi dare seguito alle minacce? Tale situazione non è un caso isolato, in passato vi sono stati episodi analoghi quindi l’OSAPP chiede se all’esito di minacce rivolte da detenuti del 5° reparto verso appartenenti al Corpo di Polizia Penitenziaria non sia opportuno spostare i reclusi in altre sezioni o disporre quantomeno la chiusura durante i turni notturni. Come dice un vecchio e sempre attuale proverbio “prevenire è meglio che curare” e mettere a rischio l’incolumità di unità di Polizia Penitenziaria quando basterebbero pochi accorgimenti (chiusura notturna o spostamento di reparto) è quantomeno spregiudicato. Crediamo sia più funzionale avere poliziotti in servizio che al CMO per stato ansioso.

Per quanto enucleato, la scrivente OSAPP chiede urgenti informazioni circa l’episodio in questione e contestualmente intende sensibilizzare codesta Direzione affinché dia disposizioni atte a limitare situazioni simili per il futuro.

Questo sito si avvale dell'utilizzo di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.