CARCERI/O.S.A.P.P.: gravissima ed ennesima aggressione alla polizia penitenziaria nel carcere di Torino.

In data 25 giugno alle ore 09.00 circa, presso il Padiglione A, 5^ Sezione, un detenuto magrebino trentunenne, pretendeva di recarsi al cortile passeggi in orario non consentito. In risposta all’invito fornito ad attendere l’orario previsto, questi colpiva il poliziotto penitenziario in servizio, prima con pugni poi con una stampella. L’agente inerme per schivare il colpo diretto al viso, è stato suo malgrado colpito con violenza alla mano!

Immediato l’accompagnamento al Pronto Soccorso dell’ospedale Maria Vittoria dove all’agente è stata riscontrata la frattura del metacarpo della mano destra, con una prognosi di giorni 30 ed indicazione di sottoporsi ad un eventuale intervento.
A dare la notizia è l’O.S.A.P.P. (Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria) per voce del Segretario Generale Leo Beneduci che dichiara:
"In ordine di tempo, si tratta solo dell’ultimo, episodio di violenza ai danni di personale di polizia penitenziaria, che ormai subisce inerme l’ira irriguardosa e non giustificata dei detenuti. L’episodio, non isolato, si connota ancor di più in gravità, per il clima di violenza cui si assiste e, che compromette nel quotidiano la sicurezza e la tutela del principio stesso di giustizia.

Non possiamo che richiamare il rispetto, che ciascuna figura operante all’interno del carcere dovrebbe avere e non pretendere! Arrivati a questo punto, ci si appella a che l’Amministrazione Penitenziaria periferica e centrale prenda formale consapevolezza e provvedimenti in merito ad episodi che ormai rischiano di caratterizzare nel quotidiano gli ambienti delle carceri italiane e, si chiede che ci si adoperi con assoluta urgenza per la tutela di tutto il personale penitenziario: lo stesso personale che si è sempre contraddistinto per la professionalità ed il senso assoluto del dovere e, che subisce episodi di violenza non più tollerabili, che rischiano di esasperare le condizioni di vivibilità e di lavoro.

La sensazione è che l’Amministrazione Centrale non sia in grado di fornire supporto, sostegno e tutela dinanzi al compiersi e, ormai reiterarsi, di atti di violenza”.

Attachments:
Download this file (COMUNICATO STAMPA TORINO.pdf)COMUNICATO STAMPA TORINO.pdf[ ]81 kB
Rubrica a cura di Leo Beneduci 2 aprile 2020

Link al servizio completo


 

Le SCUSE, il D.A.P. ed IL MINISTRO...DOVE SONO??? CI PENSA SALVINI???

SULLE ASSUNZIONI DELLA POLIZIA PENITENZIARIA
NON GIOCATE CON I NUMERI!!!

Dramma Uniformi

Il Governo Conte compie 100 giorni....

e la Polizia Penitenziaria???

Assunzioni straordinarie e concorso sovrintendenti

Link utili




 

Sondaggi



 

 

 


 

Questo sito si avvale dell'utilizzo di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.